Ultima modifica: 21 Ottobre 2017
ATTENZIONE. SITO DISMESSO! > Area Didattica

Area Didattica

Rispetto delle finalità istituzionali

Le attività che la scuola promuove sono coerenti con le finalità e i contenuti indicati nei Nuovi Programmi relativi al primo ciclo d’istruzione. Tale coerenza si concretizza e si rileva nelle programmazioni elaborate dalla scuola.

La scuola è impegnata a garantire la qualità delle attività educative e ad assicurarne l’adeguatezza alle esigenze culturali e formative degli alunni in vista di una loro buona integrazione. Predispone forme di rilevazione iniziale e in corso d’anno ( prove d’ingresso, osservazioni verifiche…), utilizza le informazioni fornite dalla scuola di provenienza, dalla famiglia e dai servizi operanti sul territorio, al fine di personalizzare i percorsi di insegnamento/apprendimento.

Clima positivo e benessere a scuola

I valori etici e culturali che stanno alla base della vita quotidiana della scuola sono i seguenti:

  • parità di opportunità formative;
  • accettazione e comprensione delle diverse culture e religioni;
  • progressiva responsabilizzazione;
  • autonomia;
  • capacità di assumere iniziative;
  • fiducia in se stessi;
  • interesse e motivazione ad apprendere,
  • cooperazione nell’apprendere.

I rapporti tra gli operatori che agiscono nella scuola sono improntati alla correttezza e alla coerenza con i valori indicati.

Partecipazione e coinvolgimento delle famiglie

Gli insegnanti assicurano un costante rapporto con le famiglie tramite:

  • assemblee di classe;
  • consigli di classe e di interclasse,
  • colloqui informativi quadrimestrali (febbraio e giugno) con illustrazione ai genitori del documento di valutazione;
  • colloqui individuali su richiesta delle famiglie o dei docenti e per la scuola secondaria di primo grado colloqui pomeridiani nel corso dell’anno.

Continuità

La scuola assicura la continuità educativa con le scuole di ogni ordine e grado del territorio tramite le seguenti iniziative:

  • passaggio di informazioni sugli alunni e le precedenti esperienze scolastiche;
  • progetti di accoglienza per i nuovi alunni iscritti;
  • visite alla nuova scuola;
  • verifiche successive degli inserimenti.

Uso equilibrato del tempo

E’ prevista, compatibilmente con le esigenze di copertura dell’orario e con l’intervento degli insegnanti specialisti, un’alternanza equilibrata dei docenti, delle attività e delle discipline nell’arco della giornata e della settimana.
Quando è possibile, le ore di contemporaneità dei docenti vengono utilizzate per attività di recupero e di consolidamento o per attività di arricchimento dell’offerta formativa.
Per consolidare gli apprendimenti e per avviare all’autonomia nello studio, è prevista l’assegnazione di compiti a casa.
Nell’assegnazione dei compiti si tiene presente la necessità di rispettare ragionevoli tempi d’impegno degli alunni, assicurando il tempo da dedicare al gioco e ad altre attività.

ATTIVITÀ DI PROGRAMMAZIONE

L’azione della scuola è definita in maniera esplicita nei seguenti documenti:

  • regolamento d’istituto;
  • regolamento alunni;
  • statuto degli studenti e delle studentesse per gli alunni del CTP e della scuola secondaria di primo grado;
  • piano dell’offerta formativa;
  • programmazione didattica;
  • patto di corresponsabilità per gli alunni del CTP e della scuola secondaria di primo grado

Il regolamento d’istituto definisce gli aspetti organizzativi generali, viene deliberato dal Consiglio di Istituto, copia di esso è depositata presso la Presidenza dove può essere consultato e duplicato al costo delle fotocopie.

Il regolamento alunni definisce le norme generali di comportamento degli alunni, viene deliberato dal Consiglio di Istituto, copia di esso è depositata presso la Presidenza dove può essere consultato e duplicato al costo delle fotocopie. Una copia viene consegnata alle famiglie all’inizio dell’anno.

Il piano dell’offerta formativa esplicita le strategie adottate per svolgere il compito educativo, è elaborato dal Collegio dei Docenti ed adottato dal Consiglio di Istituto. Una sintesi del piano viene distribuita ai nuovi iscritti, l’intero documento è consultabile in Presidenza e può essere duplicato al costo delle fotocopie.

La programmazione didattica annuale è elaborata dai docenti. In essa sono indicati obiettivi, contenuti, tempi, strumenti metodologici e di verifica. Viene monitorata periodicamente negli incontri di programmazione dei team e dei consigli di classe. Viene illustrata ai genitori a inizio d’anno.
Può essere consultata a richiesta e duplicata al costo delle fotocopie.

Patto di corresponsabilità esplicita i nuclei fondanti dell’azione educativa e stabilisce gli impegni dello studente della scuola e della famiglia. Viene firmato in occasione del primo colloquio con i genitori e ne viene data copia.

Contratto formativo

E’ la dichiarazione esplicita, da parte del docente, degli obiettivi formativi e didattici, dei criteri di valutazione, degli eventuali progetti da sviluppare in corso d’anno, dei compiti e degli impegni richiesti alla famiglia. In presenza di rilevanti difficoltà dell’alunno, si predispone un progetto individualizzato.
Per gli alunni che non si avvalgono dell’insegnamento della religione si presentano le attività alternative.
Agli alunni vengono presentate le motivazioni delle attività, i risultati da conseguire, le regole che contribuiscono a creare un clima positivo.