Ultima modifica: 17 Novembre 2017
ATTENZIONE. SITO DISMESSO! > Didattica > Attività e progetti > Progetti di Istituto > Inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

La scuola ha la finalità di perseguire l’attuazione dell’inclusione scolastica degli alunni:

  • con svantaggio sociale e culturale;
  • con disturbi specifici di apprendimento (DSA) e/o disturbi evolutivi specifici (DVA);
  • con difficoltà derivanti dalla non conoscenza della cultura e della lingua italiana perché appartenenti a culture diverse (neo arrivati e di recente immigrazione) sviluppando le potenzialità nella sfera dell’autonomia, della comunicazione personale e dell’apprendimento.

In tale ottica sono state introdotte modalità didattiche innovative e individualizzate miranti a:

  • garantire il diritto allo studio e alla frequenza;
  • creare un clima sereno di convivenza positiva all’interno della scuola;
  • attivare percorsi individualizzati e personalizzati, oltre che adottare strumenti compensativi e misure dispensative.

Gli interventi vengono programmati e realizzati dagli insegnanti di classe, di sostegno e dagli insegnanti dell’Organico Potenziato preposti a questa mansione, che sono contitolari nelle sezioni in cui operano.

Si pone l’attenzione su quell’area dei BES che interessa gli svantaggi socioeconomico, linguistico, culturale in quanto ogni alunno, con continuità o per determinati periodi, può manifestare Bisogni Educativi Speciali per motivi fisici, biologici, fisiologici, psicologici, sociali, di relazione rispetto ai quali è necessario che la scuola offra una risposta adeguata e personalizzata. Tali tipologie di BES dovranno essere individuate sulla base di elementi oggettivi (come ad es: segnalazione degli operatori dei servizi sociali), osservazioni sistematiche, considerazioni psicopedagogiche e didattiche (fase del silenzio, input linguistico graduale e comprensibile, eventuale documentazione fornita dalla famiglia o dalla ATS).

Per questi alunni il Collegio Docenti ha deliberato un modello di PDP che viene aggiornato periodicamente.