Ultima modifica: 16 marzo 2018

PNSD

IL PIANO NAZIONALE DELLA SCUOLA DIGITALE (PNSD)

Il Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD) è il documento di indirizzo del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per il lancio di una strategia complessiva di innovazione della scuola italiana e per un nuovo posizionamento del suo sistema educativo nell’era digitale.
È un pilastro fondamentale de La Buona Scuola (legge 107/2015), una visione operativa che rispecchia la posizione del Governo rispetto alle più importanti sfide di innovazione del sistema pubblico: al centro di questa visione, vi sono l’innovazione del sistema scolastico e le opportunità dell’educazione digitale.

http://www.istruzione.it/scuola_digitale/index.shtml

L’ANIMATORE DIGITALE

Ogni scuola avrà un “animatore digitale”, un docente che, insieme al dirigente scolastico e al direttore amministrativo, avrà un ruolo strategico nella diffusione dell’innovazione a scuola, a partire dai contenuti di questo Piano. Sarà formato attraverso un percorso dedicato (a valere sulle risorse del DM n. 435/2015), su tutti i temi del Piano Nazionale Scuola Digitale, per sostenerne la visione complessiva. Sarà, per il MIUR, una figura fondamentale
per l’accompagnamento del Piano Nazionale Scuola Digitale.
Per tenere alta l’attenzione sui temi dell’innovazione, nell’ambito della realizzazione delle azioni previste nel POF triennale, potrà sviluppare progettualità su tre ambiti:

FORMAZIONE INTERNA: stimolare la formazione interna alla scuola SUI TEMI del PNSD, attraverso l’organizzazione e la coordinazione di laboratori formativi (senza essere necessariamente un formatore), favorendo l’animazione e la partecipazione di tutta la comunità scolastica alle attività formative.

COINVOLGIMENTO DELLA COMUNITÀ SCOLASTICA: favorire la partecipazione e stimolare il protagonismo degli studenti nell’organizzazione di workshop e altre attività, anche strutturate, sui temi del PNSD, anche aprendo i momenti formativi alle famiglie e ad altri attori del territorio, per la realizzazione di una cultura digitale condivisa.

CREAZIONE DI SOLUZIONI INNOVATIVE: individuare soluzioni metodologiche e tecnologiche sostenibili da diffondere all’interno degli ambienti della scuola (es. uso di particolari strumenti per la didattica di cui la scuola si è dotata; la pratica di una metodologia comune; informazione su innovazioni esistenti in altre scuole; un laboratorio di coding per tutti gli studenti), coerenti con l’analisi dei fabbisogni della scuola stessa, anche in sinergia con attività di assistenza tecnica condotta da altre figure. Coerentemente con quanto previsto dal PNSD (azione #28),e dal piano digitale della scuola, in qualità di animatore digitale dell’istituto, la sottoscritta presenta il proprio piano di intervento suddiviso nel triennio e coordinato con il Piano Triennale dell’Offerta Formativa.

Animatore Digitale: Maria Elisa Ciccia

Team per l’innovazione: Gianluca Agrusa, Maria Antonietta Cavarzerani e Sabrina Greco

 

PIANO DI ATTUAZIONE PNSD 2016/2019

Coerentemente con quanto previsto dal PNSD (Azione #28) , l’Animatore Digitale, in accordo con il Team per l’Innovazione Digitale dell’Istituto , presenta il proprio piano di intervento:

1. Formazione interna:

CORSI FORMATIVI ATTIVATI
Uso consapevole della rete: le possibili infrazioni commesse attraverso i social network
Creare presentazioni condivise su ambienti digitali
Uso della piattaforma didattica Kahoot
Come realizzare un Blog di classe
Area “Programmazione” del Registro Elettronico
Principali applicazioni di GSuite
Principali applicazioni di GSuite
Fondamenti di Coding e pensiero computazionale
Principali applicazioni di GSuite
Saper utilizzare la bacheca virtuale “Padlet”e alcune piattaforme didattiche
Come creare una classe virtuale attraverso la piattaforma e-learning “We School”. Saper utilizzare alcune piattaforme didattiche 

2. Coinvolgimento della comunità scolastica:

Incontri formativi aperti a genitori e docenti per riflettere insieme sull’importanza di una corretta educazione all’uso del digitale dei minori.

3. Creazione di soluzioni innovative:

• Regolamentazione dell’uso di tutte le attrezzature della scuola (aula informatica, LIM, computer portatili, videoproiettori, ecc.).
• Revisione, integrazione, estensione della rete wifi di Istituto.
• Verifica funzionalità e installazione di software autore open source nelle LIM della scuola.
• Aggiornamento dei curricola verticali per la costruzione di competenze digitali.
• Coordinamento delle iniziative digitali per l’inclusione.
• Promuovere l’utilizzo di tecnologie web-based per la didattica.
• Supporto ai docenti nell’uso progressivo e completo del registro elettronico.
• Sostegno alla produzione e diffusione di materiale didattico digitale autoprodotto dai docenti.
• Uso di Internet per la ricerca di informazioni, soluzioni e/o approfondimenti.
• Uso di piattaforme di e-learning.
• Sviluppo e progettazione di attività di alfabetizzazione civica e cittadinanza digitale per un uso consapevole dalla Rete.
• Educazione ai media e ai social network.